Non ci sono limiti al numero di colori utilizzabili (problema di molte tecniche di personalizzazione)

E' possibile stampare su moltissimi tipi di materiali e superfici

Senza costi di impianto, permette di risparmiare sui piccoli quantitativi

Pressofusione

Articoli e materiali idonei alla pressofusione

  • Softshell: è uno dei rari articoli su cui la stampa digitale a caldo risulta più durevole della stampa serigrafica;
  • Oggetti piccoli: creano generalmente difficoltà alle altre tecniche di personalizzazione e portano ad optare per questa stampa versatile.
  • In generale conviene quando occorre personalizzare un piccolo quantitativo di articoli poiché non esistono costi di impianto.

Come funziona

Nella stampa serigrafica l’inchiostro viene fatto passare attraverso una seta sintetica. Questa seta è impermeabilizzata nei punti da non stampare e lasciata permeabile nelle aree da stampare.

 

Per costruire il telaio occorre una cornice di legno o ferro – come quella di un quadro – su cui fissare il telo di seta che sarà attraversato dall’inchiostro. Appoggiamo quindi il telaio sull’oggetto da stampare e versiamo sopra l’inchiostro, che passerà solo attraverso piccoli fori – detti maglie – nelle zone che abbiamo previsto.

 

Per stampare a più colori, dovremo realizzare un telaio per ogni colore. Per stampare ad esempio una t-shirt con il simbolo delle olimpiadi, come nella figura, dovremo realizzare cinque telai diversi e la stampa andrà ripetuta 5 volte, una per ogni colore presente nel disegno.

Telai per serigrafia